fbpx
 
Lecco, Collegio Internazionale Arcivescovile Volta

Comunicazione del Rettore: a.s. 2020/21

Prot. n. 228/2020 del 31.07.2020

Carissimi Genitori,

manca poco più di un mese al previsto inizio del nuovo anno scolastico. Dai mezzi di comunicazione e dalle informative delle istituzioni emergono ancora incertezze, tanti dubbi e domande su come potrà svolgersi la ripresa della scuola. Con questa mia lettera, voglio tranquillizzare le famiglie del nostro Collegio anticipando le scelte che abbiamo maturato in queste settimane, grazie anche alla sperimentazione delle tre settimane estive della scuola primaria e alla consultazione col nostro Responsabile della sicurezza, col nostro Medico del lavoro e con i responsabili dell’azienda per la ristorazione.

Possiamo prevedere tre scenari, in progressione di gravità:

PRIMA IPOTESI

Si tratta dell’ipotesi con la quale prevediamo la partenza di settembre.

Tutto si svolgerà secondo la normale organizzazione del Collegio: presenza in classe per tutti gli ordini di scuola, orario scolastico normale, ingressi anche con le auto nei parcheggi di Aspromonte e della sede centrale, con accesso alle strutture scolastiche riservato solo agli alunni nelle modalità indicate dal Protocollo operativo che vi sarà inoltrato. Questo sacrificio richiesto ai Genitori, ovvero accompagnare gli alunni solo all’ingresso dell’edificio, permetterà di preservare il più possibile la struttura del Collegio dal rischio contagio, oltre che snellire l’accesso allo stesso.

Gli orari di ingresso non cambiano, non sono contingentati per classi.

Per la scuola dell’Infanzia, a differenza dell’ipotesi di terminare le attività didattiche alle 14.00, stiamo lavorando con FISM e Associazione delle Scuole dell’Infanzia di Lecco per prolungare l’orario fino alle 16.00. per gli altri ordini di scuola l’orario curricolare rimane invariato e intendiamo continuare ad arricchire la proposta formativa con i laboratori pomeridiani e il doposcuola. Il sabato rimane giorno libero.

L’erogazione del servizio mensa è confermata: unica variante la necessità, per garantire il distanziamento in mensa, di somministrare i pasti per alcune classi direttamente nelle aule. Questa unica novità ci permette tuttavia di garantire anche questo servizio.

SECONDA IPOTESI

Nel caso in cui, a seguito di un aggravamento della situazione sanitaria, venisse richiesta una drastica limitazione della presenza degli alunni in scuola, con la riduzione al 50 % della presenza in aula, il Collegio sarebbe in grado di garantire l’attività scolastica in presenza, dividendo a metà le classi numerose (non sembrerebbe necessario per gli alunni della Secondaria di Secondo Grado, ad esempio) e sacrificando alcuni spazi comuni, come palestrina, sala giochi e salone San Carlo.

Rimarranno, come nella prima ipotesi, le regole di ingresso/uscita e la fruizione del servizio mensa.

TERZA IPOTESI

Nel caso in cui si tornasse in una situazione di lockdown.
In questa inaugurabile evenienza, come già sperimentato, si procederebbe ad attivare la didattica a distanza, con quegli accorgimenti di implementazione che i mesi precedenti della stessa hanno messo in luce. Per la scuola primaria, vista la notevole diversità di situazione in base all’età degli alunni, si procederà
ad un monitoraggio della proposta didattica attraverso la periodica e sistematica verifica nei consigli di classe tra docenti e rappresentanti dei Genitori.

Al momento prevediamo di percorrere con serenità la prima delle tre ipotesi analizzate. Siamo comunque pronti ad affrontare ogni evenienza, augurandoci tutti, comunque, un miglioramento progressivo e irreversibile della situazione.

Grazie ai nostri spazi, che permettono di garantire il distanziamento necessario indicato dalle normative, possiamo garantire il più possibile lo svolgimento in presenza dell’attività scolastica. Inoltre, l’utilizzo dei dispositivi di sicurezza per l’igiene e l’osservanza dell’utilizzo degli ambienti indicata dalla cartellonistica predisposta dal Collegio garantisce uno svolgimento in sicurezza di tutte le attività.

Anche se la normativa non impone la misurazione della temperatura, abbiamo deciso di effettuarla ugualmente per dare maggiore sicurezza alle famiglie, ai docenti, agli alunni stessi. L’esperienza attuata nei mesi estivi ci ha confortato nella praticità e snellezza dell’operazione. Per effettuare questa rilevazione con l’ausilio del termometro a infrarossi frontale, se qualche genitore volesse prestare un servizio di volontariato anche solo per una mezz’ora alla settimana, è pregato di dare la sua disponibilità in segreteria a partire dai primi giorni di settembre. Sarebbe per noi una preziosa collaborazione.

L’utilizzo delle mascherine sarà strettamente limitato a quanto previsto dalle normative che, dovendo tener conto dell’evolversi della situazione sanitaria, non sono al momento ancora precise e potrebbero modificarsi di volta in volta. Sull’utilizzo di questo strumento di prevenzione non possiamo decidere autonomamente, ma dobbiamo rispettare con rigore le disposizioni impartire dalle autorità competenti.

Prima dell’inizio della scuola (fine agosto – inizio settembre) vi sarà inoltrato il Protocollo predisposto con le indicazioni precise per l’accesso e la fruizione di spazi e tempi scolastici in modo da garantire lo svolgimento ordinato e rispettoso delle normative di prevenzione necessarie. La collaborazione chiesta consisterà nel rispettare le indicazioni lì specificate.

Da ultimo, colgo l’occasione di questa lettera per informarvi che, dal prossimo anno scolastico abbiamo ritenuto fosse un’ottima scelta di affidare la funzione di Coordinamento della Scuola Secondaria di 2° grado alla professoressa Giacometti Sonia, che è già pienamente inserita nell’organico docente del nostro Collegio, ha dimostrato serie capacità professionali e collaborative, nonché passione educativa e adesione convinta alla proposta della nostra scuola. A lei va la gratitudine per la disponibilità data e un augurio per un positivo lavoro.

Auguro a tutti voi di passare serenamente le prossime settimane di agosto e cordialmente vi aspetto per iniziare con entusiasmo rinnovato il nuovo anno scolastico

Don Gabriele Gioia